Analisi, certificazioni, ispezioni, pratiche e progettazione.



      

Impianti elettrici

II decreto 22 gennaio 2008 n. 37 richiede che l’installazione e l’adeguamento di un impianto elettrico oltre taluni limiti di potenza impegnata (fissati in 6kW) e di superficie (fissati in 400 mq per le singole unità abitative e in 200 mq per gli immobili adibiti ad attività produttive) e in tutti gli ambienti regolamentati da norme specifiche, siano dotati di una opportuna documentazione tecnico/progettuale.

Questa documentazione deve contenere per legge:

  • gli schemi unifilari dei quadri;
  • il disegno planimetrico degli impianti di illuminazione, di forza motrice, di terra; 
  • gli allarmi;
  • i controllo accessi;
  • le verifiche illuminotecniche;
  • le verifiche delle condutture;
  • una relazione tecnica in cui viene definita la tipologia e le caratteristiche degli impianti realizzati.

 

La HidroVi si occuperà di ricercare i prodotti che meglio si adattano alle esigenze del vostro progetto, fornendo un’attenta analisi di costi e relativi benefici. Se richiesto la HidroVi di Aosta si occuperà di redigere anche la lista delle lavorazioni e delle forniture previste per l’esecuzione dell’impianto elettrico, predisponendo quindi:

  • un capitolato speciale d’appalto;
  • un computo metrico;
  • un elenco dei prezzi unitari, in modo da rendere confrontabili le offerte richieste, questo al fine di poter far scegliere ai nostri clienti la soluzione più conveniente. 

 

Se stai cercando chi si occupa di progettazione di impianti elettrici in Valle d'Aosta, la HidroVi è la ditta che fa per te. Contattaci per un appuntamento senza impegno.

 

Certificazioni energetiche

Le certificazioni energetiche degli edifici sono procedure di valutazione volte a promuovere il miglioramento del rendimento energetico. Queste procedure fanno parte delle misure volte alla tutela dell'ambiente, sia per una conseguente riduzione dell'utilizzo di risorse naturali, sia per un auspicabile riduzione delle emissioni che alterano il clima del pianeta. 

La certificazione energetica è un documento redatto da un tecnico abilitato (ovvero il certificatore energetico) che tiene in considerazione le caratteristiche architettoniche dell'edificio, dei suoi prospetti, della zona climatica in cui sorge l'edificio, dell'affaccio delle singole facciate, del tipo di riscaldamento utilizzato e di tutto ciò che può influire sui consumi energetici della struttura. Per redigere l’Attestato di Certificazione di una struttura o appartamento bisogna effettuare dei calcoli per quantificare i consumi energetici in condizioni di normale utilizzo e con condizioni climatiche normali a seconda della zona climatica. 

 

L'attestato di prestazione energetica (detto “APE”) è un documento ufficiale della durata di 10 anni. Questo attestato deve essere redatto da un professionista  accreditato, la sua utilità al momento ha quattro scopi principali:

  1. per il rogito: l'APE di un immobile è richiesto per gli atti notarili di compravendita; dal 2013 l'assenza di tale certificato comporta delle elevate sanzioni comprese tra 3.000€ e 18.000€, multe a carico di entrambe le parti;

  2. per i contratti di affitto: dal 2013 l'assenza della certificazione energetica comporta multe tra i 1.000€ e 4.000€ a carico di entrambe le parti;

  3. per l'accesso alle detrazioni sul reddito IRPEF: l'attestato energetico è parte della documentazione necessaria per ottenere gli sgravi fiscali del 65% sul reddito IRPEF.

  4. per promozione di annunci immobiliari: dal gennaio 2012 è divenuto obbligatorio indicare la classe energetica delle unità immobiliari messe in vendita;

 

L'attestato energetico o "Attestato di Prestazione Energetica" è il documento che stabilisce in valore assoluto il livello di consumo dell'immobile inserendolo in un'apposita classe di appartenenza che utilizza le lettere per indicare il livello di consumo di una struttura: più è bassa la lettera associata all'immobile e maggiore è il suo consumo energetico, ovvero le strutture migliori hanno ad esempio associata la lettera A+ e quelle peggiori – spesso le più antiche – la lettera L. La HidroVi rilascia certificati energetici in Valle d'Aosta e in tutta Italia. 

 

Se stai cercando chi si occupa di certificazioni energetiche in Valle d'Aosta, la HidroVi è la ditta che fa per te.

Contattaci per un appuntamento senza impegno.

Pratiche detrazioni fiscali

Nonostante le detrazione fiscali sui lavori di ristrutturazione edilizia siano in vigore ormai da parecchi anni vi è ancora molta confusione sugli adempimenti necessari per ottenerle. Questo è anche dovuto al fatto che la serie di documenti da produrre varia a seconda del tipo di intervento eseguito ed inoltre la normativa sta subendo negli anni molteplici aggiornamenti.

Al fine di poter accedere alla detrazione fiscale sulle ristrutturazioni è necessario assicurarsi che l'edificio sul quale vengono realizzate tutte le opere sia provvisto dei requisiti richiesti: la detrazione è infatti ammessa per edifici esistenti adibiti ad abitazione e loro pertinenze ma anche per le parti comuni degli edifici residenziali. 

La prova di esistenza dell'edificio è data dalle ricevute di pagamento dell'ICI/IMU o dalla domanda di accatastamento qualora l'immobile non sia ancora stato censito.

Fortunatamente negli ultimi anni gli adempimenti per poter accedere alle agevolazioni sono stati semplificati, ad esempio è stato soppresso l'obbligo di invio della comunicazione di inizio lavori all'Agenzia delle Entrate. Dal 2011 poi è sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell'immobile e, qualora i lavori siano effettuati a spese del detentore, gli estremi della registrazione dell'atto che ne costituisce titolo.

Attualmente esistono quattro categorie di interventi che permettono di accedere alle detrazioni fiscali e a ognuna di esse è associato un valore massimo da poter detrarre. 

Vediamo una panoramica qui di seguito. 

1. Interventi di riqualificazione energetica globale di edifici esistenti

Comprende qualsiasi tipo di intervento che permetta alla struttura di  raggiungere un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale inferiore a degli specifici limiti previsti dalla legge. Per questo tipo di intervento di riqualificazione il tetto massimo di detrazione è fissato in 100.000 euro.

 

2. Interventi sugli involucri degli edifici

Comprende gli interventi sulle coperture, sui pavimenti e sulle pareti che delimitano il volume riscaldato; rientrano fra questi interventi anche la sostituzione di porte di ingresso e di finestre. Per questa categoria è importante che i valori di trasmittanza delle partizioni orizzontali o verticali e dei serramenti rispettino determinati limiti di trasmittanza. Per questo tipo di intervento di riqualificazione il tetto massimo di detrazione è fissato in 60.000 euro.

 

3. Installazione di pannelli solari

Per poter accedere alle detrazioni fiscali relative ai pannelli solari è indispensabile avere una garanzia di 5 anni per pannelli e per i bollitori e di almeno 2 anni per gli accessori e i componenti tecnici. I pannelli solari devono poi essere conformi alle rigorose norme UNI EN ed essere certificati da un organismo dell'Unione Europea. Per questo tipo di intervento di riqualificazione il tetto massimo di detrazione è fissato in 60.000 euro.

 

4. Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

Sono compresi gli interventi di sostituzione degli impianti di riscaldamento esistenti con un impianto dotato di caldaia a condensazione e alla contestuale messa a punto dell'impianto di distribuzione; oppure con impianti di riscaldamento con pompe di calore o impianti geotermici a bassa entalpia. In questo tipo di incentivi rientra anche la sostituzione di uno scaldacqua tradizionale con pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria. La Legge n.190 del 2014 ha incluso tra gli interventi inerenti gli impianti di climatizzazione invernale anche quelli di acquisto e posa in opera di impianti alimentati da generatori di calore a biomasse combustibili, per questi ultimi generatori sono ammesse alla detrazione però le spese sostenute fra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2015. Per questo tipo di intervento di riqualificazione il tetto massimo di detrazione è fissato in 30.000 euro.

 

Poiché, come fin qui illustrato, la burocrazia da conoscere è assai ampia e articolata, consigliamo di rivolgervi alla HidroVi di Aosta per farvi aiutare nelle procedure necessarie per poter ottenere le detrazioni fiscali. Contattateci per un incontro senza impegno.

Progettazione architettonica

La HidroVi di Aosta si avvale della collaborazione di architetti e di geometri con lunga esperienza nell'ambito della progettazione architettonica in Valle d'Aosta, in Italia e all'estero. 

Se state cercando una ditta che segua il vostro progetto edilizio a 360° la HidroVi vi fornirà un servizio completo partendo dalla progettazione architettonica iniziale, passando per la realizzazione strutturale e degli impianti fino alla consegna nei tempi prestabiliti dei lavori.

Nello specifico, dell'ambito della progettazione architettonica, la HidroVi fornisce i seguenti servizi ai suoi clienti:

  • l'analisi, il rilievo e la verifica della situazione esistente;
  • la definizione della soluzione progettuale, ovvero la distribuzione, gli spazi e aspetti tecnici preliminari di fondamentale importanza per riuscita dei lavori;
  • l'elaborazione di alternative progettuali;
  • l'affiancamento costante nell'individuazione delle figure professionali che rientrano nell'iter progettuale negli ambiti di; geologia, topografia, progettazione delle strutture, progettazione energetica, impiantistica, ecc.
  • la consulenza in ambito di agevolazioni fiscali relative a ristrutturazioni o al miglioramento delle prestazioni energetiche;
  • la redazione delle pratiche edilizie per il conseguimento del titolo abilitativo;
  • l'assistenza nella scelta delle forniture e nella gestione degli ordini in relazione alle tempistiche richieste dai lavori nel cantiere;
  • lo studio del dettaglio tecnologico, con particolare attenzione alle prestazioni energetiche della struttura da realizzare o da ristrutturare;
  • la scelta dei materiali e la progettazione di ogni dettaglio costruttivo e decorativo;
  • la progettazione degli arredi, dei punti di illuminazione e degli impianti tecnologici necessari e per quelli previsti dal progetto;
  • la direzione dei lavori, garantendo una presenza costante nel cantiere;
  • la gestione della contabilità dei lavori;
  • il coordinamento di tutte le figure coinvolte nel vostro cantiere.

 

Questi sono solo alcuni dei servizi che la HidroVi di Aosta fornisce ai suoi clienti; per ulteriori informazioni o richieste di preventivo non esitate a contattarci.

Video ispezioni

Individuare in maniera rapida ostruzioni e rotture a condotti e fogne grazie alle video ispezioni è un servizio offerto dalla HidroVi di Aosta. Il processo di ispezione delle condotte viene eseguito con strumentazioni di ultima generazione e da personale qualificato. Il servizio di video ispezioni è essenziale per svolgere interventi preventivi o risolutivi in caso di guasti alle tubazioni, di piccole o grandi perdite o a causa di un non corretto funzionamento dell'impianto di scarico. 

Le videoispezioni di colonne di scarico o di tubazioni in generale hanno un duplice vantaggio:

  • verificare la presenza di eventuali guasti alle tubature o ai punti di giunzione tra di essi;
  • redigere una esatta mappatura dei condotti fognari o degli altri sistemi di scarico presenti nella struttura.

 

Il processo di ispezione video avviene grazie a delle speciali sonde nella cui estremità è presente una micro telecamera stagna con un sistema di illuminazione che invia il segnale video ad un monitor esterno; in questo modo è facilmente possibile effettuare una ricognizione delle tubature, raggiungendo anche le zone più angusta. 

Le telecamere utilizzate da HidroVi per le ispezioni delle condotte di scarico sono di due tipi:

  • motorizzate: ovvero comandate da un'unità fornita di un monitor e di comandi per la gestione delle varie attività necessarie.
  • con avanzamento manuale: ovvero gestite manualmente dai nostri operatore specializzati.

 

Al termine delle ispezione è possibile richiedere il report e i video dell'intervento eseguito. Se cercate video ispezioni in Valle d'Aosta contattate la HidroVi di Aosta per un preventivo rapido e senza impegno.

More Articles ...

> Contatti

HidroVi di Vincenzo Raffa

Ufficio/Fax: 0165 366925

Cel.: 345 4816626

Mail: info@hidrovi.com

Indirizzo: Ruelle des Fermes, 9 - 11100 Aosta (AO)

> Orari showroom

Potete venire a visitare il nostro showroom

  • lunedì - venerdì: 8:30-12 e 15-19
  • sabato: su appuntamento
  • domenica: chiuso

> Seguici su Facebook

> Finanziamenti AGOS